S. Messa in suffragio per i Caduti di tutte le guerre per l'Italia(XXIV edizione, 17 novembre 2019)


COMUNICATO STAMPA - Evento del 17 Novembre 2019

        Organizzata annualmente su iniziativa personale dell'Uff. Fortunato Galtieri, nella sua qualitÓ di Segretario della Delegazione Regionale per l'Emilia-Romagna e Delegato Comunale di Sasso Marconi dell'Associazione Nazionale Insigniti Onorificenze Cavalleresche (ANIOC) e indetta per salvaguardare la memoria del passato, essendo questo uno dei capisaldi della nostra Associazione e quindi ricordare con particolare riguardo il sacrificio dei nostri Caduti nel tempo, domenica 17 novembre 2019, alle ore 11.15 nella Chiesa della Parrocchia Urbana di S. Maria delle Grazie, in Bologna, Don Sergio Imperiale, Cappellano Militare della Brigata aeromobile "Friuli" di Bologna, coadiuvato dal Parroco Don Mario Benvenuto, ha celebrato una S. Messa in suffragio dei Caduti di tutte le guerre per l'Italia, giunta quest'anno alla XXIV edizione. La Corale Dei Verbum Chorus diretta dal M░ Matteo Parmeggiani, accompagnato dall'Organista M░ Luana Vitale ha eseguito brani d'autore del repertorio polifonico sacro.

        Alla cerimonia sono intervenute il dott. Antonio Arcudi, Commissario Capo di PS, in rappresentanza del Questore di Bologna. dott. Gianfranco Bernabei, il dott. Davide Conte, Assessore al Bilancio/Finanze al Comune di Bologna, in rappresentanza del Sindaco, dott. Virginio Merola, il Col. Cesare Canicchio, Comandante del Reggimento Genio Ferrovieri di Castel Maggiore, con il g.re Speranza Calzoni, il Ten. Col. Corrado Merante del Comando Militare Esercito in rappresentanza del Comandante, Col. Fabrizio Ghiretti, il Ten. Col. Vito Di Gioia del 2░ Reggimento AVES "Orione", in rappresentanza del Comandante, Col. Vincenzo Recamo, il Cap. me. dott. Roberto Righini del Comando Regionale Emilia-Romagna della Guardia di Finanza, in rappresentanza del Comandante, Gen. D. Giuseppe Gerli, il Ten. Emilio Lardieri, Comandante del Nucleo Operativo Carabinieri Bologna, in rappresentanza del Comandante Provinciale Carabinieri Bologna, Col. Pierluigi Solazzo, la S.lla Rossana Genco e l'Allieva Ilaria Schenker del Corpo II.VV. della Croce Rossa Italiana in rappresentanza dell'Ispettrice Provinciale, S.lla Ester Vignoli, la Sig.ra Maria Castaldo Sica, Presidente del P.A.S.F.A., Patronato Assistenza Spirituale Forze Armate, Sezione di Bologna.
        Presente anche, su invito dell'Uff. Galtieri, il dott. Tommaso Pivetti, di Quistello (MN), che ha portato con sÚ la gavetta appartenuta a un suo zio, il g.re Matteo BonfÓ, Disperso in Russia nel 1942, rientrata in Patria lo scorso anno a seguito di ricerche effettuate dall'Uff. Galtieri,tramite Facebook, a seguito di un messaggio pervenutogli da un Russo che l'aveva ritrovata abbandonata dopo 77 anni.

Il Gruppo Bandiere era rappresentato dai Labari dell'Ass.ne Naz.le Bersaglieri - Sezione di Bologna e dell'Istituto Nazionale per le Guardie d'Onore alle Reali Tombe del Pantheon - Sezione di Bologna. Presenti, il fante in congedo Lucio Maccapani e, a titolo personale, il Ten. degli Alpini ing. Giorgio Nessi, e la sig.ra Caterina BarnÓ, oltre a tantissimi fedeli, tra cui molti ragazzi della Parrocchia.

Per l'Anioc erano presenti il Segretario Generale dell'Associazione, Conte Avv. Maurizio Monzani e la moglie, C.ssa Avv. Elisabetta Brunelli Monzani, l'Uff. Galtieri e la moglie prof.ssa Franca Maria Tegliucci e il Socio Cav. Cesarino Bassoli e la moglie, sig.ra Matilde Casalini.

.

        Tramite lettera, email e telefono hanno aderito alla cerimonia, sebbene impossibilitati a intervenire, il Cardinale Arcivescovo di Bologna, S.Em. Matteo Maria Zuppi, Mons. Gabriele Cavina, i Cappellani Militari Don Giuseppe Grigolon e Don Giuseppe Bastia, la Presidenza della Repubblica nella persona della dott.ssa Cinzia Raimondi, Capo del Servizio del Cerimoniale, il Procuratore Generale della Repubblica di Bologna, dott. Ignazio De Francisci, il Presidente del Tribunale di Bologna, dott. Francesco Caruso, il Procuratore Distrettuale della Repubblica di Bologna, dott. Giuseppe Amato, il Ministro della Difesa, on. Lorenzo Guerini, il Ministro dell'Interno, dott.ssa Luciana Lamorgese, il Prefetto di Bologna, dott.ssa Patrizia Impresa, il prof. Romano Prodi, giÓ presidente della Commissione europea, il Gen. di C.A. Antonio De Vita, giÓ Comandante del C.M.E. Emilia- Romagna, il Comandante dell'Accademia Militare di Modena, Gen. B. Rodolfo Sganga, ,il Comm. Prof. Alessandro Ferioli dell'ANEI, il Socio Benemerito di questa Delegazione, Gr.Uff. Barone Vitantonio Colucci.

All'omelia, il Celebrante dopo avere portato il saluto dell'Ordinario Militare per l'Italia, Mons. Santo Marcian˛, ha ricordato i Caduti di tutte le guerre e la figura di Mons. Enelio Franzoni, reduce dell'Armir, M.O.V.M. e i nostri militari Caduti nelle steppe innevate della Russia, aggiungendo che l'egoismo umano porta alle guerre e che non dovremmo mai dimenticare l'importanza della pace. Al termine della funzione, l'Uff. Galtieri ha ringraziato le AutoritÓ intervenute, leggendo la "Preghiera per la Patria". La Corale Dei Verbum Chorus ha terminato la sua esibizione, molto apprezzata dai presenti, con l'Inno di Mameli.

Si ringraziano Don Mario Benvenuto, Don Sergio Imperiale e il Comandante della Brigata aeromobile "Friuli", Gen. B. Stefano Lagorio, quest'ultimo per avere concesso la possibilitÓ di parcheggiare all'interno della Caserma Mameli le auto di coloro che avevano fatto richiesta e la prof.ssa Franca Maria Tegliucci, moglie dell'Uff. Galtieri, per la collaborazione prestata. 17 novembre 2019

   Preghiera per la Patria

   Lettera del Presidente della Repubblica 13/11/2019

   Nota: Per altri documenti e foto visita la pagina Facebook dell' ANIOC

 

Ritorna alla pagina iniziale